Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Palestina

Palestina

Mostra tutti i progetti

> Medio oriente

Info

Popolazione
4.551.566  
Crescita demografica
2,88 %  
PIL
13.397.100.000,00 USD  
PIL pro capite
2.943,00 USD  
Fonte: World Bank, ultimo dato disponibile

La Cooperazione Italiana nel Paese

L’Italia è tra i principali donatori della Palestina, con un investimento di circa 450 milioni di euro sin dalla metà degli anni Ottanta. Gli importi di programmi e progetti attualmente in corso ammontano a circa 187 milioni di euro, di cui 86 milioni in crediti di aiuto e 101 milioni a dono.





L’Italia è impegnata anche nell’esercizio di Joint Programming europeo, con un bilancio indicativo di 66 milioni di euro (non comprensivo di contributi volontari a UN e ONG) e la guida di due settori importanti, Health e Gender Equality and Women Empowerment, riconosciuti dal Documento di Programmazione Quinquennale dell’Autorità Palestinese (National Policy Agenda 2017 – 2022), ai quali si aggiunge un terzo settore d’intervento privilegiato, lo Sviluppo Economico.





Ai programmi identificati nell’ambito dei settori prioritari si affiancano le iniziative di Emergenza nella Striscia di Gaza, in Area C e a Gerusalemme Est, che attualmente ammontano a 7,6 milioni di Euro. Le attività in corso previste dai Programmi Emergenza si concentrano nei settori Acqua, Salute e Protezione dei rifugiati e degli sfollati e sono realizzate dalle OSC italiane presenti in Palestina.





La Società Civile italiana è impegnata anche nella realizzazione di 24 progetti promossi il cui ammontare totale è pari a circa 27 milioni di euro, che toccano problematiche affini a quelle affrontate dai principali programmi di sviluppo sul canale bilaterale (protection/education, sviluppo economico, miglioramento del servizio sanitario).





Vi sono poi altre iniziative finanziate dall’AICS in Palestina e la cui realizzazione è affidata ad Organismi Internazionali, il cui ammontare complessivo è di 8 milioni di euro. Si tratta di UNRWA (United Nations Relief and Works Agency for Palestine Refugees in the Near East), FAO (Food and Agricultural Organization), WHO (World Health Organization), UNIDO (United Nations Industrial and Develoipmetn Organization), UNFPA (United Nation Population Fund), UN WOMEN, ILO (International Labour Organization) e OCHA (Office of Coordination Humanitarian Affairs).



Documento strategico di sviluppo nel paese

La National Policy Agenda Palestinese 2017-2022 rilancia e sistematizza capisaldi e priorità che l’Autorità Palestinese si dà per raggiungere l’indipendenza politica ed economica, una riforma del Sistema di Governo e uno sviluppo sostenibile.





Per raggiungere questi risultati, il documento fissa alcune priorità nazionali, riassumibili come segue:







  • Fine dell’occupazione israeliana;


  • Raggiungimento dell’Unità nazionale;


  • Rafforzamento dello Status Internazionale riconosciuto alla Palestina;


  • Riforma dello Stato volta a un effettivo intervento di governo;


  • Rafforzamento della giustizia sociale e migliore applicazione delle leggi;


  • Miglioramento del sistema educativo;


  • Miglioramento del sistema sanitario;


  • Rafforzamento della capacità di resilienza delle comunità svantaggiate.






 



La strategia italiana e settori di intervento

Aderendo al principio di ownership e in armonizzazione con la divisione del lavoro in ambito UE, la strategia in Palestina punta al consolidamento della propria presenza nei tre principali settori di intervento:







  • Salute;


  • Gender;


  • Sviluppo economico.






A questi si aggiungono interventi nel quadro di Programmi Umanitari, con focus geografico in Area C Gerusalemme Est e nella Striscia di Gaza, oltre ai progetti promossi dalle OSC italiane in Palestina e quelli recentemente approvati agli Enti Locali italiani.





 



Allineamento con la strategia del Governo locale e armonizzazione con gli interventi della comunità dei donatori

La strategia congiunta europea è parte di un’ampia partnership con la Palestina che include il sostegno al Piano Nazionale di Sviluppo dell’Autorità Palestinese, la National Policy Agenda 2017-2022. La strategia europea punta ad assicurare l’armonizzazione e il miglioramento della coerenza negli approcci degli Stati Membri allo scopo di ridurre inefficienze, facilitare un dialogo tra differenti approcci, individuare carenze e opportunità all’interno dei programmi d’accordo con il seguire le priorità palestinesi.





Attraverso incontri settimanali con la comunità di donatori e le agenzie di cooperazione attive in Palestina, AICS Gerusalemme riesce ad individuare e finanziare progetti di sviluppo e aiuto umanitario cercando di ridurre al massimo possibili raddoppiamenti e sovrapposizioni.





 



leggi tutto chiudi
PROGRAMMA PAESE:  National Policy Agenda 2017-2022 del 04/05/2018
PROGRAMMA PAESE:  European Union Joint Strategy 2017-2020 del 24/05/2018

60 Mostra la lista dei progetti

I progetti AICS nel mondo

€ 22.187.090

Totale delle risorse impegnate

€ 26.587.520

Totale delle risorse utilizzate

Per cosa vengono utilizzati?

Il settore di intervento si riferisce al settore cui il progetto contribuisce, piuttosto che al mezzo utilizzato per fornire l’aiuto. Per esempio, un progetto di formazione nel campo dell’agricoltura è notificato nel settore agricoltura e non in quello dell’istruzione. leggi tutto chiudi

Con quali strumenti?

Identifica le modalità usate per implementare gli aiuti. Classifica il trasferimenti di fondi dal donatore al primo ricevente (es. dall’Aics ad una al governo locale o ad una organizzazione multilaterale). leggi tutto chiudi

I principali progetti in corso

Destinatario € Risorse utilizzate
Programma per l'impianto centrale di desalinizzazione a Gaza e lavori associati PS 8.000.000
RING - Rafforzamento integrato del sistema sanitario palestinese - Art 7 PS 5.282.000
RING - Rafforzamento integrato del sistema sanitario palestinese - Gestione diretta PS 3.371.270
Contributo al programma East Jerusalem Hospitals attraverso l'Iniziativa PEGASE della Commissione Europea 2017-19 PS 3.000.000
Iniziativa di emergenza a protezione della popolazione palestinese rifugiata e a rischio di trasferimento forzato PS 3.000.000
Rifinanziamento Fondo Bilaterale Emergenza presso la FAO 2023 PS 3.000.000
Iniziativa di emergenza con approccio di protezione in supporto della popolazione rifugiata e maggiormente vulnerabile residente n PS 2.999.906
Iniziativa di emergenza a protezione della popolazione palestinese più vulnerabile di Area C, Gerusalemme Est e Striscia di Gaza PS 2.998.684
AMAL - Diritti umani e uguaglianza di genere - Gestione diretta PS 2.640.000
Contributo all’Appello Umanitario 2020 di UNRWA, per il Programma ‘Emergency Food Assistance’ nella Striscia di Gaza PS 2.500.000
Iniziativa di emergenza in favore della popolazione palestinese. PS 2.497.302
Iniziativa di emergenza a protezione della popolazione palestinese rifugiata e a rischio di trasferimento forzato PS 2.490.124
FONDO DI COORDINAMENTO PS 2.367.338
ABBRACCIARE LA DIVERSITA' - PROGRAMMA DI EDUCAZIONE INCLUSIVA VOLTO AL SUPERAMENTO DELLE LOGICHE SPECIALI NELLE SCUOLE PALESTINES PS 2.183.112
POP (Post emergenza Palestina) PS 2.136.000
Iniziativa di emergenza a protezione della popolazione palestinese rifugiata e a rischio di trasferimento forzato PS 2.100.000
Iniziativa di emergenza a protezione della popolazione palestinese maggiormente esposta a violazioni dei diritti umani PS 2.100.000
Dall'acqua ai mercati: una grande sfida per i piccoli allevatori e i gruppi di donne produttrici di latticini della Cisgiordan PS 2.099.658
“IBTKAR per il Cambiamento Sociale” – Opportunità di sviluppo inclusivo per la resilienza delle comunità rurali palestinesi nell'era post-Covid PS 2.004.893
Contributo all'Appello Umanitario 2019 di UNRWA, per il Programma Emergency Food Assistance nella Striscia di Gaza PS 2.000.000
UNDP FACILITATING ACCESS TO INFRASTRUCTURE RESILIENCE - FAIR PS 2.000.000
Rifinanziamento Fondo Bilaterale Emergenza presso FICROSS /IFRC III tranche 2023 PS 2.000.000
SAGA salute rifugiati Gaza - Iniziativa volta alla fornitura di servizi sanitari di base in favore dei rifugiati della striscia di PS 2.000.000
Contributo all’Appello Umanitario 2021 di UNRWA, per il Programma ‘Emergency Food Assistance’ nella Striscia di Gaza PS 2.000.000
Sostegno all'istruzione degli studenti rifugiati in Cisgiordania PS 2.000.000
Intervento di emergenza multisettoriale a sostegno dei gruppi maggiormente vulnerabili della popolazione palestinese PS 2.000.000
Promozione della resilienza e miglioramento delle condizioni di vita delle comunità di pescatori nella Striscia di Gaza, tramite l PS 2.000.000
Contributo Appello Umanitario 2018 UNRWA, per Programmi 'Emergency Food Assistance' 'Emergency Cash-for-Work' nella Striscia di Gaza e Cisgiordania PS 2.000.000
INIZIATIVA DI EMERGENZA IN FAVORE DELLA POPOLAZIONE PALESTINESE PS 1.994.315
Fondo in loco per la protezione dei rifugiati e della popolazione a rischio di sfollamento nell'Area C della West Bank PS 1.984.567