Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Vocational training for the empowerment of vulnerable youth in Addis Ababa

Etiopia

Stato

Implementazione

Tipologia di aiuto

Interventi sul progetto

Etiopia


Luogo

-

€ 1.077.704
Impegnati
€ 646.622
Utilizzati

Descrizione

L’Iniziativa “Formazione professionale per l’empowerment dei/lle giovani in condizioni di vulnerabilità di Addis Abeba” intende contribuire ad aumentare l’occupazione giovanile ad Addis Abeba, e in particolare di giovani in situazione di vulnerabilità sociale, attraverso l’assistenza e la formazione di questi ultimi, ma anche il rafforzamento di competenze degli enti di formazione professionale e la sensibilizzazione di tutte le organizzazioni direttamente e indirettamente coinvolte nel settore. L'Iniziativa intende infatti agire su più fronti per migliorare le condizioni di vita di ragazzi tra i 15 e i 29 anni in situazione di disoccupazione e di vulnerabilità sociale che vivono per strada, senza una dimora fissa o in condizioni di estremo disagio. Al fine di fornire una risposta immediata all’emergenza degli “Street Children”, l’Iniziativa prevede la costruzione di una struttura di accoglienza (Youth Centre - YC) che permetterà l’inserimento dei ragazzi sulla base delle segnalazioni ricevute dalle autorità competenti (Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali e Ministero delle Donne, dei Bambini e dei Giovani di Addis Ababa). I giovani ospitati nello YC riceveranno vitto e alloggio, assistenza medico-sanitaria, psicologica/psichiatrica e verranno accompagnati nella costruzione di un percorso di formazione professionale in collaborazione con i centri governativi per la formazione professionale (TVET) di Addis Abeba e, in un secondo momento,di inserimento lavorativo. Per garantire una completa responsabilizzazione dei ragazzi che hanno completato il loro percorso nello YC e permettere una maggior sostenibilità dell’Iniziativa, si prevede la formazione di gruppi di mutuo aiuto gestiti da peer educators (ragazzi che hanno concluso il proprio percorso all’interno delle YC e che hanno ricevuto un’apposita formazione) per facilitare l’inserimento di nuovi ragazzi e supportarli nel loro percorso. Inoltre, l’Iniziativa si iscrive nel contesto locale mediante la stretta collaborazione con l’Agenzia dei centri Technical and Vocational Education Trainings - centri TVET, che provvederà a segnalare tre centri TVET cittadini che necessitano di un rafforzamento delle capacità in termini di risorse umane e materiali, al fine di migliorare la qualità dei servizi formativi proposti e aumentare la capacità di accoglienza di questi centri. Si alterneranno quindi momenti di capacity building a destinazione dei formatori dei centri TVET e momenti di sensibilizzazione per il miglioramento dell’approccio che questi attori educativi implementano nei confronti di giovani che provengono da situazioni di vulnerabilità e disagio socioeconomico, spesso ritenuti inadeguati e controproducenti. Infine, l’Iniziativa prevede lo svolgimento di una serie di attività di awareness raising e advocacy per sensibilizzare stakeholders strategici e la popolazione in generale sul fenomeno degli Street Children e contrastare la stigmatizzazione che li colpisce. Da una parte, sono previste attività di networking tra attori coinvolti nella gestione del fenomeno per promuovere un approccio cooperativo al tema, e dall’altra sono previste attività di confronto e di formazione per il miglioramento concreto e immediato dei servizi e degli uffici istituzionali che si interfacciano direttamente con i ragazzi che vivono per strada. Verrà infine realizzata una campagna di sensibilizzazione da co-progettare e realizzare con gli ospiti dello Youth Centre, che verrà diffusa su diversi canali in modo capillare al fine di informare istituzioni, organizzazioni e individui sul fenomeno dei giovani di strada da una parte, ma anche di contribuire a lottare contro la loro stigmatizzazione e denunciare le discriminazioni e le violenze da essi subite. leggi tutto chiudi
Anno Impegnati Utilizzati
2022 € 1.077.704 € 646.622

Finanziatore

Tipo Nome Channel code
Governo AICS - Italian Agency for Cooperation and Development 11000

Esecutore

Tipo Nome Channel code
ONG Nazionali IL SOLE ONLUS - ASSOCIAZIONE PER LE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 22000

Dati del progetto

  • IATI IDXM-DAC-6-4-012590-02-6
  • Data inizio prevista 15/06/2022
  • Data di completamento -
  • Tipo di finanziamento Standard grant
  • Flow type ODA
  • Bi/Multilaterale Bilaterale
  • Stato Implementazione
  • Legato/Slegato Legato

Settori

  • 11231 - Basic life skills for youth 40%
  • 11330 - Formazione professionale 50%
  • 16020 - Politiche per l'occupazione e gestione amministrativa 10%

Policy marker

  • Uguaglianza di Genere Obiettivo significativo
  • Disaster Risk Reduction (DRR) Non pertinente
  • Disability Non pertinente
  • Nutrition Non pertinente
  • Aiuto all’Ambiente Obiettivo significativo
  • Sviluppo partecipativo e buon governo Obiettivo significativo
  • Sviluppo del Commercio Non pertinente
  • Biodiversità Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Mitigazione Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Adattamento Non pertinente
  • Desertificazione Non pertinente
  • Salute Materno - Infantile Non pertinente

Obiettivi

  • 4.4 - By 2030, substantially increase the number of youth and adults who have relevant skills, including technical and vocational skills, for employment, decent jobs and entrepreneurship
  • 4.5 - By 2030, eliminate gender disparities in education and ensure equal access to all levels of education and vocational training for the vulnerable, including persons with disabilities, indigenous peoples and children in vulnerable situations
  • 8.6 - By 2020, substantially reduce the proportion of youth not in employment, education or training
-
-
-