Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

CoLoRes: Comunità Locali Resilienti. Donne e giovani costruiscono economie sostenibili e solidali a sostegno del processo di pace in Colombia.

Colombia

Stato

Implementazione

Tipologia di aiuto

Interventi sul progetto

Colombia


Luogo

-

€ 1.949.905
Impegnati
€ 1.169.943
Utilizzati

Descrizione

Contesto di riferimento della presente proposta progettuale è la Colombia, nello specifico la regione del Putumayo. La posizione strategica di questa regione, le sue condizioni geografiche, la debolezza istituzionale e la ricchezza di risorse naturali da più di 30 anni hanno favorito la presenza di attori armati, attratti soprattutto dal controllo dello sfruttamento del petrolio, dalla coltivazione e commercializzazione della coca, dal traffico di armi e da altre attività illegali. Una condizione socio-economica complessa e fragile che colpisce in modo particolare le comunità rurali e i soggetti più vulnerabili, soprattutto donne e giovani appartenenti alle comunità indigene, afro discendenti e contadine. Questa situazione è peggiorata nel 2020 a causa di un aumento della presenza dei gruppi armati e delle restrizioni dovute alla pandemia da COVID-19. Lo scopo principale dell’iniziativa è supportare queste comunità affinché possano migliorare le proprie condizioni di vita e di lavoro, la propria resilienza ai cambiamenti climatici e agli effetti della pandemia in un contesto di sostegno al processo di pace e alla salvaguardia della biodiversità amazzonica. Per farlo, promuoveranno 7 filiere agro-forestali (asai, chontaduro, sacha inchi, caffè, cacao, canna da zucchero, ecoturismo/artigianato), legate alla biodiversità amazzonica, che siano a loro volta capaci di favorire pratiche di adattamento al cambiamento climatico e allo stesso tempo di generare un incremento degli utili e nuove occupazioni, in imprese di tipo associativo e inclusive, riconoscendo il ruolo centrale delle donne e dei giovani. Secondo la teoria del cambiamento delineata dall'iniziativa, per consentire alle comunità di diventare protagoniste di questo cambiamento, occorre concentrarsi su 3 assi di lavoro. Il primo è volto a sostenere 27 iniziative produttive appartenenti alle filiere agro-forestali, di produzione e servizi, della biodiversità amazzonica, legate a gruppi di giovani e donne. Il cambiamento che queste iniziative devono affrontare riguarda in primo luogo i modelli associativi e organizzativi, che dovranno diventare efficienti, inclusivi e capaci di generare nuove opportunità lavorative, rispettando le diversità di genere e culturali che caratterizzano la zona di intervento. Si lavorerà inoltre con partner strategici come il SENA, principale ente pubblico di formazione professionale in Colombia, e la Confederazione delle Cooperative della Colombia (CONFECOOP), su accompagnamento e assistenza tecnica alle organizzazioni di secondo livello. COOPERMONDO accompagnerà questo percorso. In secondo luogo, le stesse iniziative produttive potranno implementare processi produttivi e di trasformazione sostenibili ed innovativi, andando a creare e diffondere soluzioni sostenibili per lo sviluppo di prodotti della biodiversità amazzonica, arricchite dalla valorizzazione dei saperi locali tradizionali. Il progetto infatti si inserisce e sostiene l’iniziativa nazionale del Ministero dell’Ambiente Colombiano (MADS) denominata “Negocios Verdes”, che nasce nel 2014, per appoggiare iniziative produttive e commerciali che valorizzino la ricchezza della biodiversità colombiana con un approccio di sostenibilità sociale, economica ed ambientale. Nella regione del Putumayo l’ente incaricato dello sviluppo del programma è CORPOAMAZONIA, partner di progetto che insieme a COOPERMONDO darà supporto nell’elaborare strategie di commercializzazione fondate sui principi dell’eco-marketing che permetteranno alle imprese di promuovere e commercializzare i prodotti con il certificato locale di Negocios Verdes. COSPE supporterà ogni fase. Il lavoro con le iniziative produttive verrà articolato con il terzo asse, che permetterà alle comunità locali, afro, indigene e contadine di diventare promotrici di pratiche di adattamento al cambiamento climatico (ACC) e incidere sugli strumenti di pianificazione ambientale del territorio, con un percorso comunitario di analisi sulle vulnerabilit leggi tutto chiudi
Anno Impegnati Utilizzati
2022 € 1.949.905 € 1.169.943

Finanziatore

Tipo Nome Channel code
Governo AICS - Italian Agency for Cooperation and Development 11000

Esecutore

Tipo Nome Channel code
ONG Nazionali COOPERMONDO - ASSOCIAZIONE PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE AL 22000

Dati del progetto

  • IATI IDXM-DAC-6-4-012590-04-4
  • Data inizio prevista 15/06/2022
  • Data di completamento -
  • Tipo di finanziamento Standard grant
  • Flow type ODA
  • Bi/Multilaterale Bilaterale
  • Stato Implementazione
  • Legato/Slegato Legato

Settori

  • 31194 - Cooperative agricole 32%
  • 41010 - Politica ambientale e gestione amministrativa 30%
  • 43042 - Rural development 38%

Policy marker

  • Uguaglianza di Genere Obiettivo significativo
  • Disaster Risk Reduction (DRR) Non pertinente
  • Disability Non pertinente
  • Nutrition Non pertinente
  • Aiuto all’Ambiente Obiettivo principale
  • Sviluppo partecipativo e buon governo Obiettivo significativo
  • Sviluppo del Commercio Obiettivo significativo
  • Biodiversità Obiettivo significativo
  • Cambiamenti Climatici Mitigazione Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Adattamento Obiettivo significativo
  • Desertificazione Non pertinente
  • Salute Materno - Infantile Non pertinente

Obiettivi

  • 13.1 - Strengthen resilience and adaptive capacity to climate-related hazards and natural disasters in all countries
  • 13.2 - Integrate climate change measures into national policies, strategies and planning
  • 13.3 - Improve education, awareness-raising and human and institutional capacity on climate change mitigation, adaptation, impact reduction and early warning
  • 2.3 - By 2030, double the agricultural productivity and incomes of small-scale food producers, in particular women, indigenous peoples, family farmers, pastoralists and fishers, including through secure and equal access to land, other productive resources and inputs, knowledge, financial services, markets and opportunities for value addition and non-farm employment
  • 2.4 - By 2030, ensure sustainable food production systems and implement resilient agricultural practices that increase productivity and production, that help maintain ecosystems, that strengthen capacity for adaptation to climate change, extreme weather, drought, flooding and other disasters and that progressively improve land and soil quality
  • 5.5 - Ensure women’s full and effective participation and equal opportunities for leadership at all levels of decision-making in political, economic and public life
  • 5.a - Undertake reforms to give women equal rights to economic resources, as well as access to ownership and control over land and other forms of property, financial services, inheritance and natural resources, in accordance with national laws
  • 8.3 - Promote development-oriented policies that support productive activities, decent job creation, entrepreneurship, creativity and innovation, and encourage the formalization and growth of micro-, small- and medium-sized enterprises, including through access to financial services
  • 8.6 - By 2020, substantially reduce the proportion of youth not in employment, education or training
  • 8.9 - By 2030, devise and implement policies to promote sustainable tourism that creates jobs and promotes local culture and products
-
-
-