Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

AGRICHANGE: PICCOLE IMPRESE, GRANDI OPPORTUNITÀ Sviluppo di filiere agro-alimentari nel bacino del Fiume Molo

Kenya

Stato

Implementazione

Tipologia di aiuto

Interventi sul progetto

Kenya


Luogo

-

€ 1.749.887
Impegnati
€ 741.369
Utilizzati

Descrizione

L'azione si propone di sviluppare il tessuto micro imprenditoriale dei piccoli produttori del bacino del fiume Molo. La logica di intervento si basa sulla promozione di attività ecosostenibili, circolari e replicabili e a basso prezzo. L'obiettivo generale mira ad aumentare il potenziale economico dei piccoli produttori con iniziative di sviluppo locale innovative, inclusive e sostenibili attraverso la creazione due micro imprese eco-sostenibili e ad alto valore aggiunto: filiere dei suini e del miele. Particolare attenzione sarà data alla dinamica di genere promuovendo l'imprenditorialità femminile e l'effettivo empowerment. La filiera suina, con una particolare attenzione all'animal welfare, sarà sviluppata nel basso bacino con la creazione di un centro per la riproduzione, realizzato in partenariato con Rota Guido srl e un circuito di ingrasso per gruppi di piccoli produttori, specie donne per il cambiamento delle dinamiche di genere in ambito pastorale. L'obiettivo è la creazione di una cooperativa regionale che unisca i produttori del basso e alto bacino e li assista nella promozione e realizzazione del brand Toraet Pork, sinonimo di alta qualità, di un sostenibile e di garanzia per i consumatori. In parallelo sarà formata una micro impresa per la produzione di mangimi animali di alta qualità a basso costo e non in competizione con lo human food. Per la logica della circolarità saranno usati i residui dell allevamento per la produzione di larve. Saranno poi sviluppate 5 micro imprese per la funghicoltura, quale attività ad alto valore aggiunto, sinergica con l'allevamento suino con l'obiettivo di fornire reddito e migliorare le diversificazione di prodotti per la dieta. Terza integrazione sarà il biogas quale strumento di riuso delle deiezioni per ridurre l'impatto sull'uso delle biomasse per i consumi energetici famigliari. La seconda filiera vedrà la creazione di una impresa cooperativa regionale per il marketing del miele dell'alto e basso bacino con la promozione di 2 brand. Sarà data forte spinta anche ai micro imprenditori agricoli con la distribuzione di arnie migliorate e di fitocelle per il foraggio delle api. Saranno poi realizzati 2 punti di raccolta nei due bacini per raccogliere il miele da zone ad alta produzione oggi non servite. Nel potenziamento dei servizi accessori alla filiera, sarà sviluppata una microimpresa per la produzione di arnie migliorate, quale soluzione low cost e locale per il potenziamento della apicoltura con l'obiettivo di espandere la produzione di miele per inserirsi nel lucrativo mercato locale. leggi tutto chiudi

Finanziatore

Tipo Nome
Governo AICS - Italian Agency for Cooperation and Development

Esecutore

Tipo Nome
ONG Nazionali MANI TESE 76
Anno Impegnati Utilizzati
2019 € 1.749.887 € 741.369

Dati del progetto

  • IATI IDXM-DAC-6-4-011889-01-0
  • Data inizio prevista 01/09/2019
  • Data di completamento 05/09/2019
  • Settore Livestock
  • Tipo di finanziamento Dono esclusi interventi sul debito
  • Flow type ODA
  • Bi/Multilaterale Bilaterale
  • Stato Implementazione

Policy marker

  • Uguaglianza di Genere Obiettivo significativo
  • Aiuto all’Ambiente Obiettivo significativo
  • Sviluppo partecipativo e buon governo Non pertinente
  • Sviluppo del Commercio Obiettivo principale
  • Biodiversità Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Mitigazione Obiettivo significativo
  • Cambiamenti Climatici Adattamento Obiettivo significativo
  • Desertificazione Non pertinente
  • Salute Materno - Infantile Non pertinente
-
-
-