Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Programma itinerante di educazione, informazione e sensibilizazione sulle tematiche migratorie in 6 paesi africani, Cinemarena

Regione Sud Sahara

Stato

Chiuso

Tipologia di aiuto

Interventi sul progetto

Regione Sud Sahara


Luogo

-

€ 2.064.818
Impegnati
€ 2.063.435
Utilizzati

Descrizione

Il progetto mira ad organizzare una campagna di sensibilizzazione sui rischi e i pericoli delle migrazioni illegali, attraverso il cinema itinerante, nelle aree geografiche più afflitte da questo fenomeno. Il progetto sarà realizzato in Costa d'Avorio, Gambia, Guinea, Nigeria, Senegal e Sudan leggi tutto chiudi
Anno Impegnati Utilizzati
2023 € 0 € -1.382
2020 € 599.988 € 599.988
2018 € 1.464.830 € 1.464.830

Finanziatore

Tipo Nome Channel code
Governo AICS - Italian Agency for Cooperation and Development 11000

Channel reported

Tipo Nome Channel code
Multilaterale IOM - ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE PER LE MIGRAZIONI 47066

Dati del progetto

  • IATI IdentifierXM-DAC-6-4-011286-01-5
  • CRS Activity identifier2018000114
  • AID011286/01/5
  • Inizio previsto 17/10/2017
  • Fine prevista -
  • Inizio effettivo 13/06/2018
  • Fine effettiva 02/03/2023
  • Canale di intervento Bilateral
  • Stato Chiuso
  • Tied status Slegato

Settori

  • 13010 - Politiche per la popolazione e gestione amministrativa 33.0%
  • 15153 - Media e libero flusso di informazioni 33.0%
  • 16010 - Servizi sociali e assistenziali 34.0%

Policy marker

  • Uguaglianza di Genere Non pertinente
  • Aiuto all’Ambiente Non pertinente
  • Sviluppo partecipativo e buon governo Obiettivo significativo
  • Sviluppo del Commercio Non pertinente
  • Biodiversità Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Mitigazione Non pertinente
  • Cambiamenti Climatici Adattamento Non pertinente
  • Desertificazione Non pertinente

SDGs

  • 8.8 - Protect labour rights and promote safe and secure working environments for all workers, including migrant workers, in particular women migrants, and those in precarious employment
-
-
-